Testa a sfera Triopo B-2

Dopo un anno e più di “onorata” carriera ho deciso di pensionare la testa Benrho Bh-1M per passare a qualcosa di più “prestazionale”.

Detto questo mi sono “buttato” alla ricerca di una buona testa senza spendere follie.

Inizialmente stavo valutando una Benro B-2 ma il prezzo elevato mi ha “trattenuto”.
Successivamente ho trovato una Manfrotto 498 RC4 d’occasione ma usata…. poi “googlando” mi sono imbattuto nella “Triopo”

Probabilmente stessa produzione (cinese) delle Benro ma costo decisamente inferiore.

Lette le buone impressioni dei possessori mi decido a proseguire nell’acquisto della “Triopo B-2”
Dalla descrizione del venditore (l’ho presa su e-bay, pagata 70€ a casa spedita con corriere espresso assicurato e consegnata in 24h !!! )

Il modello B-2 e' attualmente il prodotto piu' evoluto della gamma di teste a sfera TRIOPO. 
Utilizza il principio idrostatico per la movimentazione, la frizione ed il bloccaggio della piattaforma portafotocamera.

 2 manopole di comando per la frizione (normale e fine)
 1 manopola di comando per lo sblocco della piattaforma panoramica
 1 manopola di comando per lo sgancio della piastra rapida porta fotocamera 

 Diametro della sfera : 36 mm.
 Altezza della testa : 100 mm.
 Diametro della base : 56 mm.
 Peso : 0,45 Kg.
 Portata massima : 8 Kg.
 Costruzione interamente in metallo
 Garanzia di 2 anni (per i privati)

L’impressione di solidità è notevole.

Ho avuto modo di provarla durante qualche uscita.

Le dimensioni: la “classe” definita come “B2” della Triopo equivale al 100% alla BH1-M della Benro: messe a fianco le dimensioni del corpo si posso ricalcare.

Ho provato la testa durante una sezione di “caccia fotografica” con Canon 40D dotata di battery grip + Sigma 150 500 APO DG e devo ammettere che si è comportata molto bene.

La cosa che mi ha colpito maggiormente è stata la dolcezza della regolazione fine della frizione.

Girando l’apposita manopolina si aveva un controllo davvero notevole della “situazione” e con un 500mm a “cavallo” !

Il fermo della piastra a sgancio rapido mi ha ricordato molto un attacco vixen da telescopio (per chi “mastica” un pochino d’astronomia capisce cosa intendo).
Non rapidissimo come un un sistema a molla ma sicuramente molto solido.

Note positive:
Rapporto qualità / prezzo
Costruzione accurata
Funzionamento ottimo

Note negative:
La piastra ha una vite con attacco fotografico “classica” senza alcuna levetta o accessorio per stringere la piastra stessa sul corpo macchina o sul proprio obiettivo.
Si usa una moneta da 20 cents oppure si risolve cambiando la vite (personalmente ho “riciclato” la vite della Benro Bh1….)
Il pomellino di regolazione/fermo del movimento orizzontale tende a cadere ed è troppo “plasticoso” per i miei gusti.

Se non si vuole o non si dispone di un budget elevato questa testa a sfera potrebbe essere una ottima soluzione, in grado di sostenere anche strumentazione “di peso”.

Foto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons